MV PROBITAS

Relitto facilmente accessibile nella baia del porto di Saranda, Profondità da 25 metri sino a 3 metri dalla superficie

La nave da trasporto “Probitas” affondò Il 25 settembre 1943, affondata dagli aerei Ju 87 tedeschi.

Il giorno precedente a causa di una avaria, è costretta a rimanere in porto nella rada di Saranda (Porto Edda come era chiamata all’epoca), lasciando il convoglio di cui faceva parte insieme ad altre due unità Italiane la motonave Salvore e la nave da trasporto Dubac . Queste ultime due anche se sotto attacco degli Stukas tedeschi, seppure con molti danni e quasi 300 vittime in totale , riescono a tornare in Italia.  La nave “Probitas”, ormeggiata alla banchina viene invece affondata , nel pomeriggio del 25, dagli aerei Ju 87 tedeschi.

La motonave PROBITAS (ex ANSALDO SAN GIORGIO PRIMO ex ANSALDO SAN GIORGIO I), fu costruita nel cantiere omonimo al Muggiano. Completata a marzo del 1919, con numero di costruzione 162, aveva una stazza di 5084 tons., una lunghezza pari a 115.2 metri ed una larghezza di 15.7 metri.

il sito di immersione si trova a 200 metri dalla spiaggia, al centro della rada, segnalato da una grossa boa luminosa posta sopra il relitto, in modo da avvisare il pericolo alla navigazione. lo scafo che si alza da 25 metri di profondità sino a 3 metri dalla superficie. Una montagna di oltre 5. 000 tons di stazza lunga circa 120 metri in 25 metri di acqua.